Mi presento

Mi presento

Area ciclo

Ciclismo

Storia

Storia

Scienza

Scienza

Rubriche

Rubriche

Il ciclodiario di Marco Bonatti


L'idea di un ciclodiario nasce dalla consapevolezza che non potrò conservare un ricordo di tutte le mie piccole e grandi "cicloimprese". Il numero di esse, tra l'altro, è aumentato considerevolmente da quando mi sono trasferito in collina, ad Appiano, e ho scelto la bici per recarmi al lavoro a Bolzano, in inverno come in estate, sole, pioggia o neve, con 35 gradi sopra lo zero o 15 sotto.
Così ogni ritorno a casa può diventare l'occasione per una nuova avventura grazie alle più svariate condizioni meteorologiche che possono verificarsi ed alle tante variazioni di percorso che mi si presentano.
Dal 2010 ho dato il via inoltre a una nuova e stimolante attività: il "bici+treno". Il mio orizzonte ciclistico, con questa nuova iniziativa, si è allargato a dismisura, fino a portarmi addirittura in centro Italia, sulla mia adorata Panoramica Gabicce-Pesaro! ;-)))
Ho pensato dunque di dedicare a queste avventure un'apposita sezione nel mio sito (che è destinato ad uso e consumo quasi esclusivamente personale...).
Non voglio però che il ciclodiario diventi un luogo di malinconici ricordi. Deve essere piuttosto motivo di stimolo e, perché no, di confronto tra quello che sono adesso, quello che ero e quello che sarò. Perchè ritengo che ci siano e ci saranno per lungo tempo il fisico, l'entusiasmo e la volontà per sempre nuove avventure.